Fibre vetrose intrecciate per mezzi pubblici

08/01/2018

Riprendiamo il nostro viaggio tra i materiali compositi ripartendo dalle tecniche di “intreccio” degli stessi.

Questa volta parleremo della tecnica (a) a fibra continua.

I filati vetrosi che vengono utilizzati per questa tecnica vengono estrusi in fili e radunati in matasse ordinate che poi vengono intrecciate.

Una volta estruse le fibre di vetro queste vengono intrecciate formando una trama fitta e ordinata,

come possimo osservare nella seguente immagine.

 

Fibre vetrose intrecciate per mezzi pubblici

Come possiamo notare, l’intreccio è talmente stretto che, ad occhio nudo risulterà quasi invisibile.

Ma per quale motivo le fibre vetrose  vengono intrecciate?

La ragione è semplice, se immaginiamo il filato vetroso come un cilindro di vetro, possiamo capire facilmente che i legami covalenti, forza vera che tiene unita gli atomi della fibra, si estendono maggiormente lungo l’asse del cilindro, quindi, una sollecitazione trasversale all’asse può spezzare più facilmente la fibra.

L’intreccio consente di resistere a sollecitazioni pluridirezionali, infatti, quando una sollecitazione sarà trasversale ad un gruppo di fibre, risulterà longitudinale rispetto ad altre che ne assorbiranno meglio l’urto.

Questo rende questi compositi duraturi e straordinariamente affidabili.
Queste fibre intrecciate possono costituire tessuti resistentissimi  ma possono essere anche inserite in resine per comporre manufatti rigidi.

Nel costruire queste fibre bisogna stare molto attenti  a non lasciare alcuno spazio vuoto, ovvero na non creare differenze di densità nel reticolo.

I punti di maggior densità reticolare fibrosa possono costituire dei centri di stretching, mentre quelli con minore densità reticolare di fibra costituiscono dei crack point.

Nell’insieme, la disomogeneità reticolare può indebolire in più punti il materiale composito, causando fratture e/o lesioni.

Per evitare tutto ciò, Gesa Industry controlla in ogni punto la trama delle fibre vetrose, livellando ogni piccola disomogeneità nel tessuto, rendendolo, così, densamente omogeneo.

Oltre a ciò, Gesa Industry, sottopone il tessuto composito a prove di trazione e compressione per verificarne la resistenza meccanica.

In sintesi, non basta garantire materiali di prima scelta ricavati attraverso processi all’avanguardia, bisogna controllare i tessuti compositi ottenuti in maniera estremamente meticolosa, testandone la resistenza e l’affidabilità.

L’impegno di Gesa Industry in tal senso è totale e non trascura il minimo particolare, per questo riusciamo a garantire il meglio ai nostri clienti.

Categoria:

Post Correlati

Giugno 29, 2022
Progetti sostenibili e Green, l’importanza della qualità e della conoscenza al pubblico dell’attualità ferroviaria

L’attuale sviluppo di numerosi progetti sostenibili e green, che vedono una centralità dell’impiego di energia rinnovabile e del riuso dei materiali è divenuta una sfida per le aziende che guardano ai sistemi innovativi e compatibili con le esigenze di mobilità del nostro immediato futuro, al fine di migliorare in sicurezza, efficienza, affidabilità delle infrastrutture e […]

Read More
Giugno 29, 2022
L’importanza e l’attualità della qualità degli interiors di arredo treni

L’Italia è tra quelle realtà socioeconomiche che nella progettazione dei mezzi di trasporto pubblico e privato si caratterizza per qualità e alta prestazione dall’inizio degli anni Settanta. Al centro delle dinamiche aziendali possiamo riscontrare l’idea stessa della progettazione dei mezzi di trasporto pubblico come user centred, con l’obiettivo continuo di migliorare la qualità dell’utilizzo e […]

Read More
Giugno 29, 2022
Certificazioni e tracciabilità per la sicurezza della mobilità ferrotranviaria 

  Nel contesto economico meridionale ritroviamo aziende estremamente qualificate e che suscitano interesse sui mercati internazionali. L’alta specializzazione esclusiva e specifica del segmento ferrotranviario trova in Gesa Industry un valido partner economico che, nel corso degli anni ha saputo accompagnare tutti i progressi decisivi e fondamentali del settore ferroviario, ponendosi come partner dei più importanti […]

Read More
Luglio 25, 2021
Materiali compositi per treni più economici ed efficaci

I treni della metropolitana di Londra District Line hanno lanciato i primi treni di produzione dotati di porte leggere in alluminio composito a nido d'ape nel 1978. Dopo diverse decadi da questo primo passo, quali sono oggi i vantaggi nell’uso dei materiali compositi? Necessità di riduzione del peso nei veicoli ferroviari Le crescenti esigenze dei […]

Read More
crossmenuchevron-downchevron-right linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram