Origine ed evoluzione della tecnologia ferroviaria hyperloop

03/05/2021

La Virgin Hyperloop di Richard Branson ha fatto notizia in tutto il mondo nel novembre 2020 dopo che sono stati condotti i primi test con passeggeri. Ma quali sono le fondamenta di questa innovativo mezzo di trasporto? Tracciamo i momenti più importanti della sua evoluzione.

XVIII e XIX secolo: progetti precursori dell'hyperloop

L'idea di Musk di costruire un'alternativa superveloce ai treni, che viaggerebbe attraverso una serie di tubi a bassa pressione e sarebbe alimentata da un sistema di vuoto e maglev, si basa su studi che risalgono ad almeno tre secoli fa.

Una delle prime persone ad immaginare un prototipo di hyperloop fu l'inventore britannico George Medhurst nel XVIII secolo. Medhurst, che fu il pioniere dell'uso dell'aria compressa come mezzo di propulsione, depositò un brevetto per un sistema che poteva spostare le merci attraverso un sistema di tubi di ferro a pressione nel 1799.

 

 

20° secolo: capsule levitanti e tecnologia dei cuscini d'aria

Nel 1909, Goddard scrisse un articolo intitolato 'The Limit of Rapid Transit', dove descriveva un treno che avrebbe viaggiato da Boston a New York in soli 12 minuti. Anche se non fu mai costruito, il progetto includeva alcuni degli elementi costitutivi dell'hyperloop, come la presenza di baccelli levitanti e un tubo sigillato sotto vuoto.

 

Dopo la seconda guerra mondiale, furono fatti dei tentativi per costruire un sistema simile all'hyperloop. Questi includevano l'Aerotrain, che è stato sviluppato in Francia tra il 1965 e il 1977.

Progettato dallo scienziato francese Jean Bertin, il prototipo dell'Aerotrain era simile a un treno a levitazione ma si basava su cuscini d'aria invece che sulla resistenza magnetica per la propulsione. Tuttavia, la mancanza di fondi, il costo delle infrastrutture e la morte di Bertin nel 1975 segnarono la fine del progetto.

 

Negli anni '90, un team di ricercatori del Massachusetts Institute of Technology, guidati dal professor Ernst Frankel, iniziò a sviluppare un treno a tubi sottovuoto che avrebbe impiegato 45 minuti per andare da New York a Boston. Anche se è stato costruito un anello di prova, anche questo progetto è stato alla fine accantonato.

 

 

Gli anni 2000: da ET3 ad Elon Musk

Nei primi anni 2000, il CEO del consorzio americano ET3 Global Alliance, Daryl Oster, progettò un treno a levitazione magnetica in cui baccelli grandi come automobili viaggiavano in tubi sopraelevati.

Brevettato nel 1999 attraverso un modello di consorzio aperto, ET3 sta per Evacuated Tube Transport Technologies, che si riferisce a una "rete di tubi che hanno rimosso l'aria per eliminare l'attrito per capsule magneticamente levitate e senza conducente".

Mentre Musk ha menzionato per la prima volta l'hyperloop nel 2012 in un evento organizzato dalla pubblicazione tecnologica PandoDaily, è stato solo nell'agosto 2013 che ha rivelato il primo progetto.

In un documento di 57 pagine, Musk ha dettagliato come Hyperloop Alpha sarebbe costituito da capsule chiuse o baccelli - ciascuno contenente fino a 28 persone - che si muovono attraverso un sistema di tubi su sci che levitano su un cuscino d'aria.

Proposto come un'alternativa più veloce ed elettrica alla ferrovia ad alta velocità della California, Alpha Hyperloop collegherebbe San Francisco a Los Angeles in 35 minuti e costerebbe 6 miliardi di dollari.

Proprio come fece Oster nel 1999, Musk ha deciso di non brevettarlo per sé, ma ha invece registrato il progetto utilizzando il modello del progetto open source.

 

 

2013-2020: la nascita dell'hyperloop

Negli anni tra il 2013 e il 2020, una manciata di aziende - tra cui Virgin Hyperloop e Zeleros - hanno iniziato a lavorare allo sviluppo del sistema partendo dai progetti di Musk.

 

Precedentemente noto come Hyperloop Technologies e Hyperloop One, Virgin Hyperloop ha iniziato a lavorare attivamente nel maggio 2016, quando ha effettuato con successo il suo primo test all'aperto a North Las Vegas. Due mesi dopo, la società ha presentato il suo primo studio di fattibilità, mostrando l'impatto positivo economico e ambientale di un potenziale collegamento hyperloop di 500 km tra Helsinki e Stoccolma, riducendo i tempi di viaggio tra le due capitali scandinave a 28 minuti.

Dopo aver mostrato il design del progetto in tutto il mondo e aver effettuato dimostrazioni di applicazione per i passeggeri, nell'ottobre 2020 Virgin Hyperloop ha effettuato con successo il suo primo test per i passeggeri colmando il dubbio più grande sulla fattibilità e spianando la strada ai prossimi step del progetto.

 

Gesa Industry segue con estrema attenzione tutti i progetti innovativi per il trasporto pubblico e da sempre accompagna i progressi decisivi del settore, ponendosi come partner affidabile per lo sviluppo e la costruzione di nuovi modelli di interni per treni.

La preparazione tecnica ed ingegneristica, per tenersi al passo con tutte le novità tecnologiche, sono una costante per l’Azienda che persegue l’obiettivo di una crescita sempre più al passo con l’innovazione del settore.

 

Categoria:

Post Correlati

Giugno 29, 2022
Progetti sostenibili e Green, l’importanza della qualità e della conoscenza al pubblico dell’attualità ferroviaria

L’attuale sviluppo di numerosi progetti sostenibili e green, che vedono una centralità dell’impiego di energia rinnovabile e del riuso dei materiali è divenuta una sfida per le aziende che guardano ai sistemi innovativi e compatibili con le esigenze di mobilità del nostro immediato futuro, al fine di migliorare in sicurezza, efficienza, affidabilità delle infrastrutture e […]

Read More
Giugno 29, 2022
L’importanza e l’attualità della qualità degli interiors di arredo treni

L’Italia è tra quelle realtà socioeconomiche che nella progettazione dei mezzi di trasporto pubblico e privato si caratterizza per qualità e alta prestazione dall’inizio degli anni Settanta. Al centro delle dinamiche aziendali possiamo riscontrare l’idea stessa della progettazione dei mezzi di trasporto pubblico come user centred, con l’obiettivo continuo di migliorare la qualità dell’utilizzo e […]

Read More
Giugno 29, 2022
Certificazioni e tracciabilità per la sicurezza della mobilità ferrotranviaria 

  Nel contesto economico meridionale ritroviamo aziende estremamente qualificate e che suscitano interesse sui mercati internazionali. L’alta specializzazione esclusiva e specifica del segmento ferrotranviario trova in Gesa Industry un valido partner economico che, nel corso degli anni ha saputo accompagnare tutti i progressi decisivi e fondamentali del settore ferroviario, ponendosi come partner dei più importanti […]

Read More
Luglio 25, 2021
Materiali compositi per treni più economici ed efficaci

I treni della metropolitana di Londra District Line hanno lanciato i primi treni di produzione dotati di porte leggere in alluminio composito a nido d'ape nel 1978. Dopo diverse decadi da questo primo passo, quali sono oggi i vantaggi nell’uso dei materiali compositi? Necessità di riduzione del peso nei veicoli ferroviari Le crescenti esigenze dei […]

Read More
crossmenuchevron-downchevron-right linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram